Prestito ai protestati

L’iter di valutazione.

Chi risulti protestato o abbia subito un pignoramento, sa per esperienza diretta quanto possa essere difficile ottenere un prestito. Nell’iter di valutazione, svolto da una banca o società finanziaria, prima di dare l’assenso all’operazione di prestito, viene controllato se il richiedente sia protestato e se il suo nome compaia nel database della Centrale Rischi Finanziari (CRIF). Il CRIF raccoglie i dati di tutti coloro che, in periodi precedenti, abbiano presentato la domanda per un prestito.

L’inasprimento dei parametri creditizi.

Specialmente in momenti di crisi finanziaria, è sempre più difficile ottenere dagli istituti di credito prestiti ai protestati. Negli ultimi tempi, i parametri creditizi sono stati ulteriormente inaspriti, proprio a causa di insolvenze sempre più frequenti da parte dei debitori. In molti casi, bastano brevi ritardi nei pagamenti delle rate o la traccia di precedenti finanziamenti non concessi per far rifiutare la richiesta di un prestito.

Una tipologia particolare di prestito personale.

Alla luce di quanto affermato sinora, come fa BGmoney a concedere prestiti ai protestati? La società di intermediazione, iscritta all’O.A.M., si avvale dello strumento della cessione del quinto dello stipendio o della pensione, che rappresenta una tipologia particolare di prestito personale. La garanzia è data dal fatto che le rate vengono trattenute dallo stipendio, ad opera del datore di lavoro, o dalla pensione, direttamente dall’Inps o dall’Inpdap. Per questo motivo, l’ente erogante non necessità di verificare l’affidabilità finanziaria del richiedente o di interessarsi al fatto se sia stato protestato e procede subito alla concessione del prestito.

La soluzione per i protestati.

La cessione del quinto dello stipendio è la modalità giusta attraverso la quale pensionati e dipendenti di aziende pubbliche o private che siano stati pignorati o protestati possano ottenere un finanziamento.

I vantaggi della cessione del quinto, per il richiedente, sono molteplici:

  • la propria situazione finanziaria non è soggetta a valutazione;
  • nessuna necessità di presentare ulteriori garanzie, a parte il proprio posto di lavoro o la titolarità della pensione;
  • il tempo di rimborso può arrivare a dieci anni; più lunga sarà la dilazione scelta, meno pesanti saranno le rate mensili, che potranno equivalere, al massimo, ad un quinto del proprio stipendio (o pensione);
  • i tassi di interesse sono competitivi;
  • il prestito prevede specifiche coperture assicurative.

Da tremila a trentamila euro, subito.

Il lavoratore o pensionato protestato, richiedendo un prestito, può ottenere richiedere importi che vanno da 3.000 a 30.000 euro. La Legge 180/50 regolamenta questa forma di finanziamento.. Ciò significa che l’ente erogante non si interessa a quale sia la finalità del prestito desiderato.

Non aspettare, richiedi ora un vantaggioso prestito a BGmoney!

A prescindere da quali siano le tue motivazioni di richiesta di liquidità, BGmoney è vicina alle tue esigenze, anche se sei stato protestato. Il personale di BGmoney, gentile e competente, è pronto a rispondere ad ogni richiesta di informazioni e chiarimenti, prima ancora dell’avvio della procedura per l’ottenimento del prestito. Durante tutta la durata del finanziamento, BGmoney rimane a fianco del cliente, per ogni evenienza.

L’attenzione verso il “fattore umano”.

Come si può evincere, il rapporto con la clientela riveste un’importanza fondamentale per la società. Oltre all’aspetto puramente materiale, il personale si occupa di quello che potremmo definire il “fattore umano” dei prestiti, ossia delle persone che ne beneficiano e che, in seguito, sono tenuti al rimborso. Serietà, professionalità, attenzione alla riservatezza e trasparenza sono solo alcune delle qualità che può vantare BGmoney , presente sul mercato dal 1996.

Ecco alcune caratteristiche della cessione del quinto:

  • è sufficiente presentare la propria busta paga o la pensione;
  • in pochi giorni, puoi disporre di un anticipo;
  • non devi motivare la tua richiesta;
  • il prestito viene concesso a firma unica;
  • l’unica garanzia richiesta è il posto di lavoro, cui si aggiunge il TFR maturato;
  • viene concesso anche a persone che abbiano in corso altri finanziamenti;
  • possibilità di rimborsare quanto dovuto in un decennio (120 mesi);
  • il tasso di interesse è bloccato;
  • il pagamento delle rate avviene sotto forma di trattenute dallo stipendio o dalla pensione;
  • sono comprese due assicurazioni per la tutela del nucleo familiare: “rischio vita” e “rischio impiego”.